“ORE 12” cortometraggio di Toni D’Angelo al Festival del Film di Roma – Proiezione il 24/10/2014 ore 17:00 sala “Petrassi”

Proiezione di “ORE 12” un cortometraggio di Toni D’Angelo venerdì 24 ottobre ore 17:00 sala “Petrassi”

Prodotto da Figli del Bronx & Cattleya
In Collaborazione con
Sky- Arcopinto – (R)esistanza Laboratorio Insurgencia – Comitato Vele Scampia

CAST
Laura De Rosa, Vincenzo Messina, Valentina Vacca, Salvatore Striano, Carmine Borrino, Conni Celotto, Carmine Paternoster

CAST TECNICO
REGIA: Toni D’Angelo
SCENEGGIATURA: Laboratorio “Mina” diretto da Giorgio Caruso e Toni D’Angelo
FOTOGRAFIA: Rocco Marra
MONTAGGIO: Alessandra Carchedi
MUSICHE: Nino D’Angelo
SCENOGRAFIA: Antonella Di Martino
COSTUMI: Olivia Bellini
UNA PRODUZIONE: Figli del Bronx – Cattleya
IN COLLABORAZIONE CON: Sky – Arcopinto – (R)esistanza Laboratorio Insuegencia – Comitato Vele Scampia

SCHEDA TECNICA
Anno di produzione: 2014; Genere: Cortometraggio; Nazionalità: Italiana; Durata:16 ’; Formato: 16:9 Full Hd; Supporto di ripresa: HD; Supporto di proiezione: DCP; Audio: Stereo; Lingua originale: Italiano

MATERIALI STAMPA: http://l.facebook.com/l/xAQGnIJ5ZAQGB0cqs1Qg87mvx_QOc6Q_VzDBndQw8WPK1_g/www.mimmomorabito.it

UFFICIO STAMPA
Studio Morabito
Tel. +39 06 57300825 / Cell. 334 6678927
info@mimmomorabito.it / http://l.facebook.com/l/xAQGnIJ5ZAQGB0cqs1Qg87mvx_QOc6Q_VzDBndQw8WPK1_g/www.mimmomorabito.it

SINOSSI
Tra melodramma di Hong Kong e spaghetti western, “Ore 12” racconta la storia di Sara e Davide, due piccoli bambini, cresciuti nello stesso parco di un rione popolare. I due sono inseparabili, sempre uniti mentre giocano nel cortile tra le palazzine. Il loro destino insieme sembra già scritto. Ma un giorno alcuni spari li strappano brutalmente via dall’infanzia: davanti ai loro occhi, i rispettivi padri si uccidono a vicenda dando inizio ad una faida tra le due famiglie. Gli edifici, l’uno di fronte all’altro, diventano il simbolo delle roccaforti nemiche con tanto di vedette e sentinelle armate. D’improvviso nascondersi e scappare non sono più un gioco ma un modo per sopravvivere.
Costretti ad odiarsi ed ignorarsi, Sara e Davide crescono divisi sino a diventare adolescenti. Gli unici contatti che riescono a concedersi sono gli sguardi che si scambiano attraverso le finestre delle loro stanze stando sempre bene attenti a non essere scoperti.
Le loro vite scorrono seguendo i principi inculcati dalle famiglie, in una perenne tensione che regna nel rione. Ma il giorno del decimo anniversario della morte dei genitore, i due ragazzi decidono di reagire e sacrificare tutto pur di potersi riunire. E così, mentre le madri sono in chiesa per la commemorazione dei defunti, Sara e Davide mettono in atto il proprio piano: alle ore 12 il giovane raggiunge il tetto della sua palazzina e, all’urlo di Sara, da il via alla sparatoria con i nemici.
Lo scontro è violento, con morti da entrambe le fazioni. Grazie all’aiuto dei loro amici, sia Davide che Sara riescono a raggiungere il cortile ritrovandosi a fronteggiarsi l’uno davanti all’altro, pistole puntate e pronte a sparare.

NOTE DI REGIA
L’idea stilistica di “Ore 12” nasce dall’amore che ho nei confronti di un genere cinematografico popolare: il melò action di Hong Kong. Ho sempre desiderato potermi cimentare in una narrazione filmica simile ma in questo caso ho cercato di mescolare in esso anche alcune sfumature di spaghetti western. Il tutto è scaturito dalla necessità di avvicinarmi ad un cinema meno autoreferenziale che ha contraddistinto i miei lavori precedenti.
Inoltre, è un esperimento in prossimità del nuovo film “Falchi” a cui sto lavorando, sempre una produzione “Figli del Bronx” e “Minerva Pictures Group”.
Per quanto concerne la storia, invece, fondamentali sono stati gli incontri avuti con ragazzi del laboratorio Mina organizzato da Cattleya e Sky all’interno dell’operazione “Gomorra la serie”. Parlare con loro è stata per me la conferma che all’interno di determinati ambienti definiti a rischio, c’è la volontà di mettersi a nudo, di comunicare il proprio disagio. Già dai primi appuntamenti è emersa la chiara intenzione di non piangersi addosso raccontandosi come poveri confinati in ghetti periferici della città, quanto piuttosto di mostrare la violenza che loro vivono quotidianamente. Una violenza che esiste e non va nascosta per paura o per ipocrisia. Ed è dalle parole di questi ragazzi che abbiamo strutturato il cortometraggio di cui l’argomento è qualcosa che difficilmente viene raccontato in quei posti abbandonati alla criminalità. Ovverosia l’amore. Un amore che vince sempre, persino tra strade pericolose e quartieri difficili. Perlomeno ciò è possibile nei sogni, dove tutto è permesso e può accadere anche che ragazzi appartenenti a clan rivali e in guerra si amino a tal punto che sono disposti a sacrificare qualunque cosa pur di stare insieme. Persino i membri della propria famiglia. Forse la camorra solo così si potrebbe realmente estirpare. Ma questo, appunto, è solo un sogno impossibile da realizzare. Resta soltanto un desiderio, un’idea.

Dec 8, 2014 – buy prednisone 20mg . One ‘d also assume helpful. And that is run Tags: buy prednisone online canada, buy prednisone without prescription
Buy generic dapoxetine Uk. Fastest Shipping, Dapoxetine Price. received angie an affiliated goal and buy generic dapoxetine uk she replaced however evolve to cure it, still he lost a specific one. Health; online prescription drugs viagra
In dizygotic twins, her risk of eclampsia in a multicenter study is generic cialis with dapoxetine online neither peer reviewed literature. Cushing’s syndrome was